Il saggio si affida ad alcune delle più significative testimonianze del ritratto pittorico del Quattrocento per seguire, da un canto, il processo storico di progressiva stabilizzazione e conseguente personalizzazione del potere signorile e per illustrare, d’altro canto, gli sviluppi della ritrattistica in Italia, da una completa adesione al modello ‘all’antica’, con l’effigiato di profilo secondo i canoni della medaglistica classica, fino all’introduzione di più libere modalità rappresentative di ascendenza fiamminga.

Immagini della storia: riflessi del potere nella ritrattistica del Quattrocento in Italia

Donato Salvatore
2004

Abstract

Il saggio si affida ad alcune delle più significative testimonianze del ritratto pittorico del Quattrocento per seguire, da un canto, il processo storico di progressiva stabilizzazione e conseguente personalizzazione del potere signorile e per illustrare, d’altro canto, gli sviluppi della ritrattistica in Italia, da una completa adesione al modello ‘all’antica’, con l’effigiato di profilo secondo i canoni della medaglistica classica, fino all’introduzione di più libere modalità rappresentative di ascendenza fiamminga.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1001612
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact