Il lavoro analizza il percorso evolutivo delle metodologie di analisi e pianificazione strategica negli studi del management per la formazione della strategia aziendale. Partendo dall’analisi dei diversi approcci alla formazione della strategia, dalla Design School, alla Planning School, dalla Positioning alla Entrepeneurial School, il lavoro – in modo schematico e sintetico – offre una panoramica dei diversi approcci e scuole di pensiero che si sono succedute nel tempo. Il lavoro, poi, si sofferma in modo più puntuale nell’analisi dei principali filoni di studio e relativi approcci operativi che si sono susseguiti nel tempo come quello del Long Range Plannig nel quale la formulazione delle strategie diventa una estrapolazione degli eventi passati , secondo il presupposto razionalistico della precalcolabilità delle variabili esogene ed endogene determinanti dei risultati aziendali; della Pianificazione Strategica nel quale la aziende prendono coscienza dell’indipendenza di molte delle variabili prima considerate deterministe e iniziano ad accorciare gli orizzonti temporali di riferimento ed a produrre una serie di strumentazione analitica di analisi del sistema competitivo. Infine del Management Strategico con l’introduzione all’interno del sistema di variabili anche il sistema di valori e di competenze gestionali che l’impresa deve interiorizzare per mettere in connessione la dimensione strategica con quella operativa.

La pianificazione strategica

SIRIANNI, Carlo Alessandro
2004

Abstract

Il lavoro analizza il percorso evolutivo delle metodologie di analisi e pianificazione strategica negli studi del management per la formazione della strategia aziendale. Partendo dall’analisi dei diversi approcci alla formazione della strategia, dalla Design School, alla Planning School, dalla Positioning alla Entrepeneurial School, il lavoro – in modo schematico e sintetico – offre una panoramica dei diversi approcci e scuole di pensiero che si sono succedute nel tempo. Il lavoro, poi, si sofferma in modo più puntuale nell’analisi dei principali filoni di studio e relativi approcci operativi che si sono susseguiti nel tempo come quello del Long Range Plannig nel quale la formulazione delle strategie diventa una estrapolazione degli eventi passati , secondo il presupposto razionalistico della precalcolabilità delle variabili esogene ed endogene determinanti dei risultati aziendali; della Pianificazione Strategica nel quale la aziende prendono coscienza dell’indipendenza di molte delle variabili prima considerate deterministe e iniziano ad accorciare gli orizzonti temporali di riferimento ed a produrre una serie di strumentazione analitica di analisi del sistema competitivo. Infine del Management Strategico con l’introduzione all’interno del sistema di variabili anche il sistema di valori e di competenze gestionali che l’impresa deve interiorizzare per mettere in connessione la dimensione strategica con quella operativa.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1065202
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact