Il contratto tra integrazione dei mercati e pluralismo delle fonti