Mito e autonomia della politica: il Machiavelli di Gramsci