Un intellettuale e la sua rivista. Tomaso Monicelli e "In Penombra"