La ricerca del senso profondo della condizione umana, al di qua di tutti gli orpelli e le maschere che non generano altro che uomini ombra, assenze di vita, vuoto nulla è il nucleo portante della riflessione filosofica sulla figura di Carlo Michelstaedter fornita da questo saggio che intravede nel percorso del giovane goriziano un indissolubile intreccio tra arte e filosofia. Da qui risulta ben chiaro il riferimento ad una delle tante tele dipinte da Michelstaedter “Processione di ombre” in cui, non a caso, sono raffigurati uomini dall’aspetto deforme che sfilano senza una meta precisa, attraversati dalla sofferenza dell’esistere, da quel “male di vivere” di cui parlava Montale e che ci fa percepire la singolare sintonia del goriziano con alcune delle “voci” più importanti dell’epoca, da Unamuno a Kafka, a Ibsen, a Van Gogh, Munch, Bacon. Nell’ottica di Michelstaedter, come del resto è individuabile in tutti i suoi dipinti e disegni, la vita degli uomini che soggiacciono alla visione retorica del mondo e delle cose è a questo punto solo dolore, attesa ineluttabile della fine. Ecco allora che la tensione, l’apertura verso il mistero, l’ignoto si costituiscono come sforzo inesausto di ricerca, come ansia di raggiungere altri cieli, desiderio infinito di superare i limiti, i confini, le chiusure e tutti i recinti teorici della modernità: di qui l’analisi serrata sulla borghesia, la classe sociale che ha distrutto la classe contadina e con essa l’esistenza secondo Natura e non secondo artificio. The search for the profound sense of being as humans beyond all the superficial adornments and masks that generate men who live in shadows, in a non life, an empty life, is the core issue in the philosophical essay on Carlo Michelstaedter. The essay traces the development of this young man from Gorizia as it winds through art and philosophy. This said, we understand why Michelstaedter in one of his paintings Processione di ombre depicted deformed men walking aimlessly, marked by the suffering of their existence and a malaise that Montale mentions in his work. We understand that Michelstaedter had a unique ability to be attuned to other more important voices of the era- Kafka, Ibsen, Van Gogh, Munch, and Bacon. As believed by Michelstaedter and apparent in all of his paintings and drawings, the lives of men succumb to the rhetorical vision of the world- men live their existence in pain and wait for the inevitable end. And so we feel tension in his work- an opening towards the mysterious and the unknown, an anxious search or reaching out to other horizons, an inexhaustible desire to go beyond the limits and walls that enclose modern theory. From this perspective, he analyses the bourgeousie that had destroyed the agricultural class that lived according to Nature and not artifice.

"E sotto avverso ciel luce più chiara". Arte e filosofia in Carlo Michelstaedter

CALABRO', DANIELA
2009-01-01

Abstract

La ricerca del senso profondo della condizione umana, al di qua di tutti gli orpelli e le maschere che non generano altro che uomini ombra, assenze di vita, vuoto nulla è il nucleo portante della riflessione filosofica sulla figura di Carlo Michelstaedter fornita da questo saggio che intravede nel percorso del giovane goriziano un indissolubile intreccio tra arte e filosofia. Da qui risulta ben chiaro il riferimento ad una delle tante tele dipinte da Michelstaedter “Processione di ombre” in cui, non a caso, sono raffigurati uomini dall’aspetto deforme che sfilano senza una meta precisa, attraversati dalla sofferenza dell’esistere, da quel “male di vivere” di cui parlava Montale e che ci fa percepire la singolare sintonia del goriziano con alcune delle “voci” più importanti dell’epoca, da Unamuno a Kafka, a Ibsen, a Van Gogh, Munch, Bacon. Nell’ottica di Michelstaedter, come del resto è individuabile in tutti i suoi dipinti e disegni, la vita degli uomini che soggiacciono alla visione retorica del mondo e delle cose è a questo punto solo dolore, attesa ineluttabile della fine. Ecco allora che la tensione, l’apertura verso il mistero, l’ignoto si costituiscono come sforzo inesausto di ricerca, come ansia di raggiungere altri cieli, desiderio infinito di superare i limiti, i confini, le chiusure e tutti i recinti teorici della modernità: di qui l’analisi serrata sulla borghesia, la classe sociale che ha distrutto la classe contadina e con essa l’esistenza secondo Natura e non secondo artificio. The search for the profound sense of being as humans beyond all the superficial adornments and masks that generate men who live in shadows, in a non life, an empty life, is the core issue in the philosophical essay on Carlo Michelstaedter. The essay traces the development of this young man from Gorizia as it winds through art and philosophy. This said, we understand why Michelstaedter in one of his paintings Processione di ombre depicted deformed men walking aimlessly, marked by the suffering of their existence and a malaise that Montale mentions in his work. We understand that Michelstaedter had a unique ability to be attuned to other more important voices of the era- Kafka, Ibsen, Van Gogh, Munch, and Bacon. As believed by Michelstaedter and apparent in all of his paintings and drawings, the lives of men succumb to the rhetorical vision of the world- men live their existence in pain and wait for the inevitable end. And so we feel tension in his work- an opening towards the mysterious and the unknown, an anxious search or reaching out to other horizons, an inexhaustible desire to go beyond the limits and walls that enclose modern theory. From this perspective, he analyses the bourgeousie that had destroyed the agricultural class that lived according to Nature and not artifice.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/2294808
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact