Il contributo è stato realizzato nell’ambito del progetto di ricerca di interesse nazionale “Governo della sostenibilità e politiche per il risanamento ed il riuso delle aree inquinate nelle province di Salerno e Benevento (M. Riitano Responsabile Unità locale Università di Salerno) nell’ambito del Progetto nazionale “Metodi, processi e politiche integrate per il governo della sostenibilità” (T. D’Aponte responsabile nazionale, Università di Napoli Federico II). L’obiettivo generale del Progetto è stato quello di analizzare le condizioni di marginalità diffusa che affligge gran parte del territorio regionale e si insinua, in varie ed articolate forme, nel tessuto vitale e maggiormente competitivo della Campania. Il contributo specifico ha affrontato il tema indicato con riferimento alla Provincia di Salerno dove sono state individuate espressioni di disagio sociale, aree in cui le politiche di sviluppo risultano ancora carenti e non adeguate ai fabbisogni territoriali e alle potenzialità locali. Analizzando, in prima battuta la trama insediativa, sono stati evidenziati ambiti in cui la concentrazione e i pesi demografici, il sistema della mobilità e la diramzione del tessuto industriale e produttivo determinano condizioni di forte squilibrio. Sono stati, poi analizzate le ipotesi di nuova progettualità inerenti la definizione di traiettorie di riequilibrio policentrico della dimensione territoriale, anche rispetto alle proposte contenute nel recente Piano di Coordinamento provinciale.

Armatura territoriale, traiettorie di sviluppo e marginalità in Provincia di Salerno

AMODIO, TERESA
2009

Abstract

Il contributo è stato realizzato nell’ambito del progetto di ricerca di interesse nazionale “Governo della sostenibilità e politiche per il risanamento ed il riuso delle aree inquinate nelle province di Salerno e Benevento (M. Riitano Responsabile Unità locale Università di Salerno) nell’ambito del Progetto nazionale “Metodi, processi e politiche integrate per il governo della sostenibilità” (T. D’Aponte responsabile nazionale, Università di Napoli Federico II). L’obiettivo generale del Progetto è stato quello di analizzare le condizioni di marginalità diffusa che affligge gran parte del territorio regionale e si insinua, in varie ed articolate forme, nel tessuto vitale e maggiormente competitivo della Campania. Il contributo specifico ha affrontato il tema indicato con riferimento alla Provincia di Salerno dove sono state individuate espressioni di disagio sociale, aree in cui le politiche di sviluppo risultano ancora carenti e non adeguate ai fabbisogni territoriali e alle potenzialità locali. Analizzando, in prima battuta la trama insediativa, sono stati evidenziati ambiti in cui la concentrazione e i pesi demografici, il sistema della mobilità e la diramzione del tessuto industriale e produttivo determinano condizioni di forte squilibrio. Sono stati, poi analizzate le ipotesi di nuova progettualità inerenti la definizione di traiettorie di riequilibrio policentrico della dimensione territoriale, anche rispetto alle proposte contenute nel recente Piano di Coordinamento provinciale.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/2600591
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact