Il pensiero prevenuto ostacola profondamente l'emergere di una cultura dell’integrazione, poiché spesso valutiamo le persone esclusivamente per le somiglianze con noi e rifuggiamo le differenze, creando una cultura rigida, non accogliente, che non lascia spazio alla possibilità di integrare chi è “diverso”. E così l’immigrazione, la disabilità, le differenze sociali, l’appartenenza al genere femminile, l’omosessualità, l’essere anziano diventano spesso tematiche che generano pregiudizi e distanza interpersonale. Sarebbe opportuno, allora, sensibilizzare ed educare precocemente le nuove generazioni ad apprezzare le diversità, a valorizzarle, a considerarle come risorse e non come limiti, a rispettare incondizionatamente tutte le persone, superando rigidità relazionali e pensiero prevenuto. Pertanto, il volume si propone di fornire suggerimenti a psicologi, insegnanti ed educatori, per educare i minori ad integrare il cosiddetto "diverso da noi"; per sensibilizzarli al rispetto, all’accettazione e all’integrazione delle alterità, portatrici di quella implicita diversità che costituisce il tratto comune dell'appartenenza al genere umano.

Educare alla diversità. Uno strumento per insegnanti, psicologi ed educatori

SAVARESE, Giulia;IANNACCONE, Antonio
2010

Abstract

Il pensiero prevenuto ostacola profondamente l'emergere di una cultura dell’integrazione, poiché spesso valutiamo le persone esclusivamente per le somiglianze con noi e rifuggiamo le differenze, creando una cultura rigida, non accogliente, che non lascia spazio alla possibilità di integrare chi è “diverso”. E così l’immigrazione, la disabilità, le differenze sociali, l’appartenenza al genere femminile, l’omosessualità, l’essere anziano diventano spesso tematiche che generano pregiudizi e distanza interpersonale. Sarebbe opportuno, allora, sensibilizzare ed educare precocemente le nuove generazioni ad apprezzare le diversità, a valorizzarle, a considerarle come risorse e non come limiti, a rispettare incondizionatamente tutte le persone, superando rigidità relazionali e pensiero prevenuto. Pertanto, il volume si propone di fornire suggerimenti a psicologi, insegnanti ed educatori, per educare i minori ad integrare il cosiddetto "diverso da noi"; per sensibilizzarli al rispetto, all’accettazione e all’integrazione delle alterità, portatrici di quella implicita diversità che costituisce il tratto comune dell'appartenenza al genere umano.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/2601284
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact