In una mirata selezione della poesia epigrammatica bizantina si presentano alcuni carmi, nei quali l'oggetto 'documento' nonché diversi concetti connessi con la prassi documentale costituiscono il fulcro della creazione poetica, con particolare riferimento a carmi su documenti di fondazione, cartulari oppure privilegi imperiali recanti tutti come destinatari istituzioni religiose bizantine. Inoltre, si è tentato anche di volta in volta di individuare la funzione che ciascun epigramma poté svolgere in relazione alla stessa azione giuridica, cui è da ricollegarsi, nonché al contesto (storico, politico, letterario) dal quale è scaturito.

Epigrammi e documenti. Poesia come fonte per la storia di chiese e monasteri bizantini

DE GREGORIO, Giuseppe
2010-01-01

Abstract

In una mirata selezione della poesia epigrammatica bizantina si presentano alcuni carmi, nei quali l'oggetto 'documento' nonché diversi concetti connessi con la prassi documentale costituiscono il fulcro della creazione poetica, con particolare riferimento a carmi su documenti di fondazione, cartulari oppure privilegi imperiali recanti tutti come destinatari istituzioni religiose bizantine. Inoltre, si è tentato anche di volta in volta di individuare la funzione che ciascun epigramma poté svolgere in relazione alla stessa azione giuridica, cui è da ricollegarsi, nonché al contesto (storico, politico, letterario) dal quale è scaturito.
9783700164920
9783700168737
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/3007641
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact