La mobilità territoriale di uomini costituiva una costante nel Mediterraneo nei secoli XVII-XVIII e coinvolgeva molte città, da Civitavecchia a Napoli, da Genova a Messina, che mostravano una notevole vivacità economica. Il saggio prende in esame il viaggio, spontaneo o forzato, nello spazio mediterraneo da parte di turchi e cristiani, che attraversavano quella "frontiera" che contrapponeva due credenze, due modi di vivere.

Da una città all'altra del Mediterraneo. Cristiani e musulmani nel XVII e XVIII secolo

MAFRICI, Mirella Vera Antonia
2011-01-01

Abstract

La mobilità territoriale di uomini costituiva una costante nel Mediterraneo nei secoli XVII-XVIII e coinvolgeva molte città, da Civitavecchia a Napoli, da Genova a Messina, che mostravano una notevole vivacità economica. Il saggio prende in esame il viaggio, spontaneo o forzato, nello spazio mediterraneo da parte di turchi e cristiani, che attraversavano quella "frontiera" che contrapponeva due credenze, due modi di vivere.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/3029038
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact