La narrazione del ius Romanorum è vicenda che ha esercitato una continua pressione sul pensiero storiografico. L’utilità del ricorso alla ‘periodizzazione’ viene richiamata, in dottrina, come un bisogno vitale contemporaneo che risponde alla necessità di utilizzare categorie utili a rielaborare il sistema dei riferimenti rispettando sostanza, e verità, dell’esperienza giuridica antica. Se l’uso arbitrario di categorie postromane conduce a una pericolosa deriva, all’adozione di metodi espositivi storiograficamente inattendibili, è certamente vero che ricorrere, con senso della storia, a inquadrature moderne per descrivere la vicenda giuridica romana segna un percorso di verità storiografica. Sarebbe prevalso il modo di descrivere quell’antica esperienza giuridica secondo linee idonee a restituire senso e profondità alla historia juris coerentemente alle posizioni sinergiche delle due historiae, ‘interna’ ed ‘esterna’. E i modi del porsi dei due loci della historia juris avrebbe, altresì, prodotto combinazioni differenti: questo, vero e proprio topos storiografico.

Scansioni temporali e rappresentazione dell’esperienza giuridica romana tra «historia interna» e «historia externa»

D'ORTA, Maurizio
2009

Abstract

La narrazione del ius Romanorum è vicenda che ha esercitato una continua pressione sul pensiero storiografico. L’utilità del ricorso alla ‘periodizzazione’ viene richiamata, in dottrina, come un bisogno vitale contemporaneo che risponde alla necessità di utilizzare categorie utili a rielaborare il sistema dei riferimenti rispettando sostanza, e verità, dell’esperienza giuridica antica. Se l’uso arbitrario di categorie postromane conduce a una pericolosa deriva, all’adozione di metodi espositivi storiograficamente inattendibili, è certamente vero che ricorrere, con senso della storia, a inquadrature moderne per descrivere la vicenda giuridica romana segna un percorso di verità storiografica. Sarebbe prevalso il modo di descrivere quell’antica esperienza giuridica secondo linee idonee a restituire senso e profondità alla historia juris coerentemente alle posizioni sinergiche delle due historiae, ‘interna’ ed ‘esterna’. E i modi del porsi dei due loci della historia juris avrebbe, altresì, prodotto combinazioni differenti: questo, vero e proprio topos storiografico.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/3120254
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact