Dino Campana distingueva all’interno della sua raccolta Canti orfici i cosiddetti poemi in prosa da quelle che lui chiamava “novelle poetiche”. Sulla scorta di questa distinzione, e con l’ausilio della linguistica testuale, il saggio prova a mettere in luce le caratteristiche proprie delle diverse gradazioni di prosa poetica campaniana.

I poemi in prosa nei «Canti Orfici». Struttura e temporalità

FRASCA, Gabriele
1981-01-01

Abstract

Dino Campana distingueva all’interno della sua raccolta Canti orfici i cosiddetti poemi in prosa da quelle che lui chiamava “novelle poetiche”. Sulla scorta di questa distinzione, e con l’ausilio della linguistica testuale, il saggio prova a mettere in luce le caratteristiche proprie delle diverse gradazioni di prosa poetica campaniana.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/3298077
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact