La potenza narrativa di Beckett per narrare la condizione attuale dell'uomo. Una scrittura scarna, essenziale, ridotta al minimo. L'unico modo di poter narrare dopo Auschwitz.

Gli ultimi anni

DE MATTEIS, Stefano
1990

Abstract

La potenza narrativa di Beckett per narrare la condizione attuale dell'uomo. Una scrittura scarna, essenziale, ridotta al minimo. L'unico modo di poter narrare dopo Auschwitz.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/3535278
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact