Due secoli di sfortune editoriali e un ritrovamento fortunato