Il saggio analizza la tecnica versoria adoperata dall’umanista Giovanni Lorenzi per la sua traduzione dell’opuscolo plutarcheo dei Praecepta bonae valitudinis, valutando ascendenze e connessioni con i maggiori teorici contemporanei della questione del tradurre in epoca umanistica.

La traduzione umanistica tra "verbum" e "sententia": il caso di Giovanni Lorenzi

CHIRICO, IRENE
2011

Abstract

Il saggio analizza la tecnica versoria adoperata dall’umanista Giovanni Lorenzi per la sua traduzione dell’opuscolo plutarcheo dei Praecepta bonae valitudinis, valutando ascendenze e connessioni con i maggiori teorici contemporanei della questione del tradurre in epoca umanistica.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/3880425
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact