Il principio dell’«esercizio unitario» (a livello regionale) di funzioni amministrative ha accompagnato tutto il processo riformatore che ha investito l’ordinamento amministrativo italiano a partire dalle leggi Bassanini, fino ad arrivare alla riforma del Titolo V della Costituzione. Ciò va connesso all’istituto della delega e della subdelega, in quanto proprio quest’ultima ha rappresentato il mezzo per la rivalutazione delle autonomie locali nel senso che ha contribuito a creare un sistema di contrappesi diretto ad evitare il pericolo di un accentramento di poteri in capo alle Regioni.

Le funzioni amministrative locali tra "esercizio unitario" e delega

FORTUNATO, Anna
2013

Abstract

Il principio dell’«esercizio unitario» (a livello regionale) di funzioni amministrative ha accompagnato tutto il processo riformatore che ha investito l’ordinamento amministrativo italiano a partire dalle leggi Bassanini, fino ad arrivare alla riforma del Titolo V della Costituzione. Ciò va connesso all’istituto della delega e della subdelega, in quanto proprio quest’ultima ha rappresentato il mezzo per la rivalutazione delle autonomie locali nel senso che ha contribuito a creare un sistema di contrappesi diretto ad evitare il pericolo di un accentramento di poteri in capo alle Regioni.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/3945605
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact