Dal più grande "archivio" della civiltà letteraria italiana, lo «Zibaldone» di Leopardi: nascita della Modernità