Il complesso di abitazioni sociali dei Robin Hood Gardens, progettato da Alison e Peter Smithson negli anni ’60, poi realizzato nel 1972 a Londra, ha rappresentato un importante contributo alla cultura architettonica attraverso la messa in atto di ideologie urbane e sociali e la sperimentazione di nuovi modelli abitativi. L’articolo indaga le idée alla base del progetto, in particolare quelle che riguardano gli spazi comuni, e allo stesso tempo guarda alla dimensione reale osservando le condizioni di vita in relazione alle nuove culture dell’immigrazione e commentando sull’attuale dibattito sul processo di sostituzione dell’edificio con un nuovo complesso ad alta densità. I RHG rappresentano oggi un interessante caso studio a livello internazionale sul tema della trasformazione delle abitazioni sociali degli anni ’60 e ’70; il dibattito sulla conservazione o abbattimento ha diviso accademici e cittadini, lasciando aperta la questione delle complesse dinamiche di trasformazione all’interno della metropoli multiculturale contemporanea.

Signs of Occupancy. Un'osservazione sul complesso dei Robin Hood Gardens (Alison e Peter Smithson, Londra 1972)

COMO, Alessandra
2013

Abstract

Il complesso di abitazioni sociali dei Robin Hood Gardens, progettato da Alison e Peter Smithson negli anni ’60, poi realizzato nel 1972 a Londra, ha rappresentato un importante contributo alla cultura architettonica attraverso la messa in atto di ideologie urbane e sociali e la sperimentazione di nuovi modelli abitativi. L’articolo indaga le idée alla base del progetto, in particolare quelle che riguardano gli spazi comuni, e allo stesso tempo guarda alla dimensione reale osservando le condizioni di vita in relazione alle nuove culture dell’immigrazione e commentando sull’attuale dibattito sul processo di sostituzione dell’edificio con un nuovo complesso ad alta densità. I RHG rappresentano oggi un interessante caso studio a livello internazionale sul tema della trasformazione delle abitazioni sociali degli anni ’60 e ’70; il dibattito sulla conservazione o abbattimento ha diviso accademici e cittadini, lasciando aperta la questione delle complesse dinamiche di trasformazione all’interno della metropoli multiculturale contemporanea.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/3991458
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact