Lo studio delinea la funzione attiva svolta dalle comunità indigene delle pianure campane nel rapporto con i Greci e gli Etruschi al passaggio tra l'Età del ferro e l'Orientalizzante. Il mondo campano è in grado di reagire in forma non subalterna all'arrivo delle nuove componenti del popolamento, fungendo, inoltre, da cerniera con le aree interne e il versante adriatico, da cui si alimenta una vivace dinamica di mobilità verso i centri più sviluppati delle coste tirreniche.

Tra Capua e Pontecagnano. La Valle del Sarno e la Campania interna tra il Ferro e l'Orientalizzante

CERCHIAI, Luca
2013

Abstract

Lo studio delinea la funzione attiva svolta dalle comunità indigene delle pianure campane nel rapporto con i Greci e gli Etruschi al passaggio tra l'Età del ferro e l'Orientalizzante. Il mondo campano è in grado di reagire in forma non subalterna all'arrivo delle nuove componenti del popolamento, fungendo, inoltre, da cerniera con le aree interne e il versante adriatico, da cui si alimenta una vivace dinamica di mobilità verso i centri più sviluppati delle coste tirreniche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4133853
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact