La duplice modalità del sentire pedagogico tra filosofia e scienza