Le dimensioni dell’elettività e le radici pedagogiche del sentire