La modernità tra simboli e figure del lavoro