Al principio, la coesione europea era un concetto con una forte valenza politica, poiché gettava le basi per la creazione di una comunità di livello sovranazionale di tipo nuovo che si proponeva un obiettivo sconosciuto a tutte le iniziative preesistenti o in fase di costruzione; successivamente, con la sottoscrizione dell’Atto Unico Europeo, si è avuta la svolta decisiva in quanto la finalità della coesione è stata agganciata ad obiettivi concreti di sviluppo economico e sociale dei territori, con l’impegno di ridurne le disparità o di aiutare la riconversione, riconquistando le opportunità di crescita distrutte dai processi di deindustrializzazione. Il dibattito sul futuro di questa politica si è intensificato ulteriormente con l’introduzione dell’espressione “coesione territoriale” (nel 2001) ed ancora non è giunto ad una comprensione condivisa e diffusa del concetto e delle sue implicazioni, così da lanciare una sfida per la ricerca scientifica. Su queste premesse si fonda questo lavoro: sulla base dell’ampia letteratura dedicata ad alcuni temi fondamentali (come crescita, sviluppo, sostenibilità), nonché dei numerosi documenti ufficiali della Comunità Europea utili per ripercorre l’evoluzione della politica di coesione (I paragrafo), il contributo si propone di avanzare una nuova definizione di coesione territoriale, per giungere a delineare sia i principali presupposti attuativi sia le implicazioni regionali della stessa (II paragrafo).

Scenari strategici per la coesione territoriale

MAGLIO, Monica
2013

Abstract

Al principio, la coesione europea era un concetto con una forte valenza politica, poiché gettava le basi per la creazione di una comunità di livello sovranazionale di tipo nuovo che si proponeva un obiettivo sconosciuto a tutte le iniziative preesistenti o in fase di costruzione; successivamente, con la sottoscrizione dell’Atto Unico Europeo, si è avuta la svolta decisiva in quanto la finalità della coesione è stata agganciata ad obiettivi concreti di sviluppo economico e sociale dei territori, con l’impegno di ridurne le disparità o di aiutare la riconversione, riconquistando le opportunità di crescita distrutte dai processi di deindustrializzazione. Il dibattito sul futuro di questa politica si è intensificato ulteriormente con l’introduzione dell’espressione “coesione territoriale” (nel 2001) ed ancora non è giunto ad una comprensione condivisa e diffusa del concetto e delle sue implicazioni, così da lanciare una sfida per la ricerca scientifica. Su queste premesse si fonda questo lavoro: sulla base dell’ampia letteratura dedicata ad alcuni temi fondamentali (come crescita, sviluppo, sostenibilità), nonché dei numerosi documenti ufficiali della Comunità Europea utili per ripercorre l’evoluzione della politica di coesione (I paragrafo), il contributo si propone di avanzare una nuova definizione di coesione territoriale, per giungere a delineare sia i principali presupposti attuativi sia le implicazioni regionali della stessa (II paragrafo).
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4236853
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact