Il saggio ripercorre la storia del Bauhaus e in particolare i fondamenti didattici della nuova scuola diretta da Walter Gropius. Obiettivo dichiarato si rivela essere la realizzazione di un'opera d'arte unitaria a cui concorrono diversi saperi artistici, sia intellettuali che manuali. Il programma redatto dall'architetto tedesco e pubblicato nell'aprile 1919, rivendica infatti una differenza unicamente di "livello" tra artigiano e artista. La medesima concezione di unità nella diversità viene promossa anche dalla nuova sede del Bauhaus che Gropius realizza a Dessau tra il 1925 e il 1926 dopo la forzata chiusura per motivi politici di quella di Weimar.

Bauhaus

TALENTI, Simona
2012

Abstract

Il saggio ripercorre la storia del Bauhaus e in particolare i fondamenti didattici della nuova scuola diretta da Walter Gropius. Obiettivo dichiarato si rivela essere la realizzazione di un'opera d'arte unitaria a cui concorrono diversi saperi artistici, sia intellettuali che manuali. Il programma redatto dall'architetto tedesco e pubblicato nell'aprile 1919, rivendica infatti una differenza unicamente di "livello" tra artigiano e artista. La medesima concezione di unità nella diversità viene promossa anche dalla nuova sede del Bauhaus che Gropius realizza a Dessau tra il 1925 e il 1926 dopo la forzata chiusura per motivi politici di quella di Weimar.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4253465
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact