Il saggio analizza la produzione epigrafica dei Ducati, poi Principati, di Benevento e Salerno nei secoli VIII e IX, evidenziando i rapporti di stretta dipendenza tra la scrittura epigrafica e la coeva storiografia longobarda qyuanto ai contenuti, nonchè con la scrittura libraria quanto alle forme grafiche. Il quadro che emerge è quello di una società dinamica, i cui capi orientano la propria politica in chiave di forte autoaffermazione identitaria per contrastare i rivali Franchi, ponendosi come naturali eredi della cultura e della civiltà romana, nei confronti della quale nutrono una spiccata ammirazione. La lettura dei lunghi epitaffi metrici dei principi e dei loro eredi e familiari offre la possibilità di fare luce su molti aspetti della politica longobarda nei secoli del maggior splendore dell'Italia meridionale altomedievale e di notare, altresì, l'evoluzione del senso cristiano della morte, che traspare attraverso le scelte lessicali e formulari. Il testo è integrato da un catalogo con le trascrizioni dei componimenti epigrafici e relative traduzioni in italiano.

La produzione epigrafica dei secoli VIII e IX in Salerno e Benevento

LAMBERT, Chiara Maria
2010-01-01

Abstract

Il saggio analizza la produzione epigrafica dei Ducati, poi Principati, di Benevento e Salerno nei secoli VIII e IX, evidenziando i rapporti di stretta dipendenza tra la scrittura epigrafica e la coeva storiografia longobarda qyuanto ai contenuti, nonchè con la scrittura libraria quanto alle forme grafiche. Il quadro che emerge è quello di una società dinamica, i cui capi orientano la propria politica in chiave di forte autoaffermazione identitaria per contrastare i rivali Franchi, ponendosi come naturali eredi della cultura e della civiltà romana, nei confronti della quale nutrono una spiccata ammirazione. La lettura dei lunghi epitaffi metrici dei principi e dei loro eredi e familiari offre la possibilità di fare luce su molti aspetti della politica longobarda nei secoli del maggior splendore dell'Italia meridionale altomedievale e di notare, altresì, l'evoluzione del senso cristiano della morte, che traspare attraverso le scelte lessicali e formulari. Il testo è integrato da un catalogo con le trascrizioni dei componimenti epigrafici e relative traduzioni in italiano.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4255267
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact