L’operatività del sequestro conservativo tesa a sottrarre al debitore, potenzialmente insolvente, la disponibilità dei beni preposti alla tutela della pretesa creditoria, si ritrova mitigata dall’esigenza di proteggere proprio il debitore dal pericolo di abuso di tale mezzo conservativo ravvisabile nel possibile squilibrio tra la misura cautelare richiesta dal creditore e l’entità del debito, o nella mancata adeguatezza della stessa misura prescelta alla gravità del pericolo d’inadempimento. Da qui, il necessario contemperamento tra l’interesse creditorio e la protezione dell’obbligato per non essere pregiudicato oltre la misura necessaria al soddisfacimento del creditore. L’approdo è il controllo della ragionevole proporzionalità tra crediti da garantire e ammontare del debito, alla luce delle peculiarità del patrimonio dell’obbligato.

P.Perlingieri R.Pagliuca, in P. Perlingieri, Manuale di diritto civile, settima edizione, ESI Napoli 2014 pp. 399 - 407

PAGLIUCA, Rosanna
2014

Abstract

L’operatività del sequestro conservativo tesa a sottrarre al debitore, potenzialmente insolvente, la disponibilità dei beni preposti alla tutela della pretesa creditoria, si ritrova mitigata dall’esigenza di proteggere proprio il debitore dal pericolo di abuso di tale mezzo conservativo ravvisabile nel possibile squilibrio tra la misura cautelare richiesta dal creditore e l’entità del debito, o nella mancata adeguatezza della stessa misura prescelta alla gravità del pericolo d’inadempimento. Da qui, il necessario contemperamento tra l’interesse creditorio e la protezione dell’obbligato per non essere pregiudicato oltre la misura necessaria al soddisfacimento del creditore. L’approdo è il controllo della ragionevole proporzionalità tra crediti da garantire e ammontare del debito, alla luce delle peculiarità del patrimonio dell’obbligato.
978-88-495-2755-1
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4424656
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact