La pittura come luogo del vedere