Obiettivi. L’obiettivo del paper è l’identificazione dei diversi modelli attraverso i quali le nuove imprese ad alta tecnologia possono attuare una strategia di co-evoluzione. Metodologia. Il paper si basa sull’analisi di un gruppo di 3 start-up tecnologiche operanti nel settore del packaging alimentare, settore ormai maturo nel quale tuttavia recenti sviluppi nel campo dei nuovi materiali stanno introducendo importanti innovazioni tecnologiche radicali. Risultati. I risultati ottenuti evidenziano che pur nelle diverse modalità di attuazione, l’adozione di una logica di sidecar investments e di commitment progressivo può essere un valido strumento nel coinvolgimento di partner esterni. Il coinvolgimento di un primo gruppo di soggetti infatti opera come effetto segnaletico nei confronti di altri potenziali interlocutori, attivando un effetto di comunicazione amplificato ed attirando nuovi partners. Limiti della ricerca. Il paper rappresenta una prima indagine esplorativa che richiede ulteriori applicazioni in settori diversi e in imprese in più avanzate fasi di sviluppo al fine di poter valutare l’effetto di lungo termine di una strategia di co-evoluzione basata su una logica di sidecar investments e di escalating commitment. Implicazioni pratiche. Dal punto di vista pratico la ricerca ha importanti implicazioni in quanto potrebbe fornire utili indicazioni sulla strategia da mettere in campo per favorire l’avvio e lo sviluppo di imprese technology based. Originalità del lavoro. Il lavoro sviluppa un modello teorico utile alla comprensione delle modalità attraverso le quali una start-up tecnologica può attuare una strategia di co-evoluzione.

Co-evolution strategy in the high technology start-up: leveraging on sidecar investments and escalating commitment

PARENTE, Roberto;FEOLA, ROSANGELA
2013

Abstract

Obiettivi. L’obiettivo del paper è l’identificazione dei diversi modelli attraverso i quali le nuove imprese ad alta tecnologia possono attuare una strategia di co-evoluzione. Metodologia. Il paper si basa sull’analisi di un gruppo di 3 start-up tecnologiche operanti nel settore del packaging alimentare, settore ormai maturo nel quale tuttavia recenti sviluppi nel campo dei nuovi materiali stanno introducendo importanti innovazioni tecnologiche radicali. Risultati. I risultati ottenuti evidenziano che pur nelle diverse modalità di attuazione, l’adozione di una logica di sidecar investments e di commitment progressivo può essere un valido strumento nel coinvolgimento di partner esterni. Il coinvolgimento di un primo gruppo di soggetti infatti opera come effetto segnaletico nei confronti di altri potenziali interlocutori, attivando un effetto di comunicazione amplificato ed attirando nuovi partners. Limiti della ricerca. Il paper rappresenta una prima indagine esplorativa che richiede ulteriori applicazioni in settori diversi e in imprese in più avanzate fasi di sviluppo al fine di poter valutare l’effetto di lungo termine di una strategia di co-evoluzione basata su una logica di sidecar investments e di escalating commitment. Implicazioni pratiche. Dal punto di vista pratico la ricerca ha importanti implicazioni in quanto potrebbe fornire utili indicazioni sulla strategia da mettere in campo per favorire l’avvio e lo sviluppo di imprese technology based. Originalità del lavoro. Il lavoro sviluppa un modello teorico utile alla comprensione delle modalità attraverso le quali una start-up tecnologica può attuare una strategia di co-evoluzione.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4499857
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact