L’uso distorto del processo: riflessioni in margine ad una recente sentenza della Cassazione