Gli attuali sviluppi della politica economica hanno riportato al centro dell’attenzione lo stretto legame esistente tra crescita economica e sviluppo del sistema finanziario. Sebbene sia stato ampiamente discusso e dimostrato il nesso di causalità che unisce questi due fattori, la letteratura resta divisa sull’influenza che un incremento del numero delle banche possa avere sulla crescita di un sistema economico. Infatti, anche se l’ingresso di un maggior numero di banche sul mercato può essere considerato un elemento di maggiore concorrenza del sistema economico nel complesso, tuttavia è stato dimostrato che un sovraffollamento dello stesso da parte degli intermediari rallenta la capacità di crescita di tutta l’economia. Dunque, in un mercato in cui vi è una maggiore concentrazione bancaria si possono sperimentare tassi di crescita dell’economia più elevati. Pertanto, in questo lavoro si intende cercare di individuare se per le province italiane possa essere verificata una relazione positiva tra crescita e accentramento del mercato del credito, dimostrando come una riduzione del numero delle banche presenti sui mercati locali non è in grado di determinare un miglioramento della crescita economica. Successivamente, si è cercato di constatare se l’incremento delle sofferenze bancarie possa incidere sulla crescita, riducendo la competitività del sistema, constatando che esiste una relazione significativa e negativa tra la crescita delle economie locali e le sofferenze bancarie.

Rapporto tra sofferenze bancarie e crescita dell’economia nei mercati locali Italiani

AMBROSIO, RACHELE
2014

Abstract

Gli attuali sviluppi della politica economica hanno riportato al centro dell’attenzione lo stretto legame esistente tra crescita economica e sviluppo del sistema finanziario. Sebbene sia stato ampiamente discusso e dimostrato il nesso di causalità che unisce questi due fattori, la letteratura resta divisa sull’influenza che un incremento del numero delle banche possa avere sulla crescita di un sistema economico. Infatti, anche se l’ingresso di un maggior numero di banche sul mercato può essere considerato un elemento di maggiore concorrenza del sistema economico nel complesso, tuttavia è stato dimostrato che un sovraffollamento dello stesso da parte degli intermediari rallenta la capacità di crescita di tutta l’economia. Dunque, in un mercato in cui vi è una maggiore concentrazione bancaria si possono sperimentare tassi di crescita dell’economia più elevati. Pertanto, in questo lavoro si intende cercare di individuare se per le province italiane possa essere verificata una relazione positiva tra crescita e accentramento del mercato del credito, dimostrando come una riduzione del numero delle banche presenti sui mercati locali non è in grado di determinare un miglioramento della crescita economica. Successivamente, si è cercato di constatare se l’incremento delle sofferenze bancarie possa incidere sulla crescita, riducendo la competitività del sistema, constatando che esiste una relazione significativa e negativa tra la crescita delle economie locali e le sofferenze bancarie.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4630057
Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact