L’uni-molteplicità dell’essere e la paradossalità del principio in Proclo e Damascio