Rituale ed esperienza estetica: Durkheim e l'altra faccia del cosmopolitismo