Il volume intende offrire un panorama generale dell'attuale quadro normativo diretto a disciplinare il sistema processuale penale. Lo strumento è rivolto tanto agli studiosi, quanto agli operatori del settore che intendono verificare le scelte normative operanti nel corso della dinamica procedimentale, così come risultanti all'interno di un scenario normativo in continuo mutamento. Al fine di apprezzare la costante produzione legislativa in materia, si è optato per modalità di redazione del Codice rappresentate dal corredo proposto di seguito a ciascun articolo del codice. Senza alcuna pretesa di completezza, in calce ai vari articoli sono riportate [con il simbolo (*) o all'interno della nota numerata cui si riferisce espressamente il rinvio] le altre fonti normative che consentono di completare la lettura della previsione codicistica. Si tratta, in particolare, delle disposizioni disciplinanti il procedimento minorile, il procedimento dinanzi al giudice di pace, quello previsto per le persone giuridiche, nonché le norme integranti l'ordinamento giudiziario e quello penitenziario. I riferimenti si estendono, altresì, alle altre fonti normative, di estrazione non codicistica, che favoriscono l'approfondimento dei singoli istituti, previo rinvio alla lettura di quanto riportato – per singole voci – nella parte dedicata alla raccolta delle norme complementari. In tal caso, il rinvio all'Appendice normativa è evidenziato dall'indicazione della voce – sulla base del suo numero identificativo e della lettera progressiva che ne ordina le singole fonti elencate – nonché dei relativi articoli da esaminare (es. App., I, A, 21-octies). Con questa modalità sono evidenziate anche le indicazioni normative di carattere sovranazionale che hanno già comportato il necessario adeguamento del nostro ordinamento e di quelle che sono ancora in attesa di recepimento. Una particolare attenzione è stata dedicata all'elaborazione giurisprudenziale della Corte costituzionale. Si è proceduto alla collocazione sistematica dei più significativi interventi operati dal Giudice delle leggi, aggiungendo all’indicazione delle declaratorie di illegittimità (evidenziate in neretto) la ricognizione delle altre pronunce, sintetizzate, di volta in volta, per far risaltare il principio di diritto ivi sostenuto. Infine, il corredo ricostruttivo è completato dall'indicazione delle norme di attuazione e di coordinamento (riportate, poi, per esteso al termine del codice) la cui lettura risulta indispensabile per cogliere la dimensione operativa della previsione codicistica (es. Att. 34. – Designazione del sostituto del difensore). Per quanto concerne la ricostruzione normativa dei singoli articoli del codice, risulta evidenziata in nota tanto la successione delle leggi determinanti i vari aggiornamenti, quanto i testi precedenti alla stessa modifica, in modo da valutare l'entità della riforma e l'eventuale ambito temporale di operatività. Dopo la parte destinata alle disposizioni di attuazione, di coordinamento e transitorie (d.lg. 28 luglio 1989, n. 271) nonché al regolamento per l'esecuzione (d.m. 30 settembre 1989, n. 334), il Codice riserva ampio spazio alle norme complementari. La I edizione è aggiornata al 5 agosto 2015.

Codice di procedura penale coordinato con le norme complementari, I edizione

KALB, Luigi
2015

Abstract

Il volume intende offrire un panorama generale dell'attuale quadro normativo diretto a disciplinare il sistema processuale penale. Lo strumento è rivolto tanto agli studiosi, quanto agli operatori del settore che intendono verificare le scelte normative operanti nel corso della dinamica procedimentale, così come risultanti all'interno di un scenario normativo in continuo mutamento. Al fine di apprezzare la costante produzione legislativa in materia, si è optato per modalità di redazione del Codice rappresentate dal corredo proposto di seguito a ciascun articolo del codice. Senza alcuna pretesa di completezza, in calce ai vari articoli sono riportate [con il simbolo (*) o all'interno della nota numerata cui si riferisce espressamente il rinvio] le altre fonti normative che consentono di completare la lettura della previsione codicistica. Si tratta, in particolare, delle disposizioni disciplinanti il procedimento minorile, il procedimento dinanzi al giudice di pace, quello previsto per le persone giuridiche, nonché le norme integranti l'ordinamento giudiziario e quello penitenziario. I riferimenti si estendono, altresì, alle altre fonti normative, di estrazione non codicistica, che favoriscono l'approfondimento dei singoli istituti, previo rinvio alla lettura di quanto riportato – per singole voci – nella parte dedicata alla raccolta delle norme complementari. In tal caso, il rinvio all'Appendice normativa è evidenziato dall'indicazione della voce – sulla base del suo numero identificativo e della lettera progressiva che ne ordina le singole fonti elencate – nonché dei relativi articoli da esaminare (es. App., I, A, 21-octies). Con questa modalità sono evidenziate anche le indicazioni normative di carattere sovranazionale che hanno già comportato il necessario adeguamento del nostro ordinamento e di quelle che sono ancora in attesa di recepimento. Una particolare attenzione è stata dedicata all'elaborazione giurisprudenziale della Corte costituzionale. Si è proceduto alla collocazione sistematica dei più significativi interventi operati dal Giudice delle leggi, aggiungendo all’indicazione delle declaratorie di illegittimità (evidenziate in neretto) la ricognizione delle altre pronunce, sintetizzate, di volta in volta, per far risaltare il principio di diritto ivi sostenuto. Infine, il corredo ricostruttivo è completato dall'indicazione delle norme di attuazione e di coordinamento (riportate, poi, per esteso al termine del codice) la cui lettura risulta indispensabile per cogliere la dimensione operativa della previsione codicistica (es. Att. 34. – Designazione del sostituto del difensore). Per quanto concerne la ricostruzione normativa dei singoli articoli del codice, risulta evidenziata in nota tanto la successione delle leggi determinanti i vari aggiornamenti, quanto i testi precedenti alla stessa modifica, in modo da valutare l'entità della riforma e l'eventuale ambito temporale di operatività. Dopo la parte destinata alle disposizioni di attuazione, di coordinamento e transitorie (d.lg. 28 luglio 1989, n. 271) nonché al regolamento per l'esecuzione (d.m. 30 settembre 1989, n. 334), il Codice riserva ampio spazio alle norme complementari. La I edizione è aggiornata al 5 agosto 2015.
9788814207129
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4657970
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact