Platone come luogo storiografico da Cicerone ad Agostino