Il saggio è finalizzato a mostrare come la riflessione filosofica e teologica di età patristica e altomedievale sia stata sempre orientata a una dimensione comunitaria; come cioè essa non si sia mai configurata come speculazione individuale ma sempre come momento di condivisione di percorsi di ricerca. Questa caratteristica, particolarmente adatta a convivere con la dimensione monastica sorta durante i secoli altomedievali, trova nel mondo carolingio la sua espressione più raffinata, che ha animato tanto la vita dei vari monasteri che, come centri di cultura, costellavano il panorama dell'Europa tra VIII e IX secolo, quanto quella delle corti di Carlo Magno e dei suoi eredi

La dimensione comunitaria dello studium sapientiae dalla Patristica all’età carolingia

BISOGNO, Armando
2016

Abstract

Il saggio è finalizzato a mostrare come la riflessione filosofica e teologica di età patristica e altomedievale sia stata sempre orientata a una dimensione comunitaria; come cioè essa non si sia mai configurata come speculazione individuale ma sempre come momento di condivisione di percorsi di ricerca. Questa caratteristica, particolarmente adatta a convivere con la dimensione monastica sorta durante i secoli altomedievali, trova nel mondo carolingio la sua espressione più raffinata, che ha animato tanto la vita dei vari monasteri che, come centri di cultura, costellavano il panorama dell'Europa tra VIII e IX secolo, quanto quella delle corti di Carlo Magno e dei suoi eredi
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4682171
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact