Alcuni fatti rilevanti nella prassi degli Stati e delle organizzazioni internazionali, nel corso del 2015, costituiscono la base da cui prende spunto il Convegno di studi sul contributo del diritto internazionale e del diritto europeo all’affermazione di una sensibilità ambientale, organizzato il 9 ottobre del 2015 presso l’Università di Salerno. L’adozione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, il raggiungimento dell’accordo globale sul clima (“Accordo di Parigi”), e la promulgazione della Lettera Enciclica Laudato si’ del S. Padre Francesco sulla cura della casa comune costituiscono fatti (e atti) recenti nella prassi del diritto internazionale e del diritto dell’Unione europea che assumono valore paradigmatico nell’attuale riflessione sui mutamenti in atto nel diritto internazionale ed europeo dell’ambiente. In tale prospettiva, l’Introduzione al volume che raccoglie gli atti del Convegno, nel tracciare a grandi linee gli sviluppi della materia e nel delineare alcuni problemi fondamentali, pone una questione centrale: se vi sia stata una svolta positiva nell’affermazione e nel consolidamento di principi generali del diritto internazionale dell’ambiente, in linea con una diffusa “sensibilità ambientale” o, invece, emergano ancor più chiaramente alcune criticità, legate in particolare al problema dell’effettività delle norme di diritto internazionale dell’ambiente.

Introduzione

MARRANI, Daniela
2017

Abstract

Alcuni fatti rilevanti nella prassi degli Stati e delle organizzazioni internazionali, nel corso del 2015, costituiscono la base da cui prende spunto il Convegno di studi sul contributo del diritto internazionale e del diritto europeo all’affermazione di una sensibilità ambientale, organizzato il 9 ottobre del 2015 presso l’Università di Salerno. L’adozione dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile delle Nazioni Unite, il raggiungimento dell’accordo globale sul clima (“Accordo di Parigi”), e la promulgazione della Lettera Enciclica Laudato si’ del S. Padre Francesco sulla cura della casa comune costituiscono fatti (e atti) recenti nella prassi del diritto internazionale e del diritto dell’Unione europea che assumono valore paradigmatico nell’attuale riflessione sui mutamenti in atto nel diritto internazionale ed europeo dell’ambiente. In tale prospettiva, l’Introduzione al volume che raccoglie gli atti del Convegno, nel tracciare a grandi linee gli sviluppi della materia e nel delineare alcuni problemi fondamentali, pone una questione centrale: se vi sia stata una svolta positiva nell’affermazione e nel consolidamento di principi generali del diritto internazionale dell’ambiente, in linea con una diffusa “sensibilità ambientale” o, invece, emergano ancor più chiaramente alcune criticità, legate in particolare al problema dell’effettività delle norme di diritto internazionale dell’ambiente.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4683107
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact