L'articolo mette a confronto i risultati delle analisi archeozoologiche sui resti dei pasti prodotti a metà del XIII secolo in due due siti Lucani, il castello di Lagopesole (PZ) ed il sito di Torre di Mare (MT). I risultati, pur in considerazione delle differenze tra ciò che può rappresentare l'alimentazione di una corte regia e quella di un abitato del ceto medio, sono di grande interesse in quanto evidenziano le modalità con le quali avvengono gli approvvigionamenti, le tecniche di macellazione e di cottura, gli strumenti utilizzati, la presenza di cortili destinati ad allevamento di pollame, il ruolo che rivestirono caccia e pesca in età angioina.

I resti dei pasti in archeologia

Fiorillo Rosa
2019

Abstract

L'articolo mette a confronto i risultati delle analisi archeozoologiche sui resti dei pasti prodotti a metà del XIII secolo in due due siti Lucani, il castello di Lagopesole (PZ) ed il sito di Torre di Mare (MT). I risultati, pur in considerazione delle differenze tra ciò che può rappresentare l'alimentazione di una corte regia e quella di un abitato del ceto medio, sono di grande interesse in quanto evidenziano le modalità con le quali avvengono gli approvvigionamenti, le tecniche di macellazione e di cottura, gli strumenti utilizzati, la presenza di cortili destinati ad allevamento di pollame, il ruolo che rivestirono caccia e pesca in età angioina.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4730371
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact