The paper examines, from the beginning of the 20th century until today, the activity of Confindustria Salerno, the peculiarity of the Salerno manufacturing specialization model and the secular dynamics of the main industrial sectors and not only of the province. In particular, it analyzes the parable of the textile industry, the importance of the food industry, with the role of pasta companies up to the success of the canning industry, the "season" of tobacco, the tradition in non-metallic minerals, the crossed destinies of the paper, wood and plastic sectors, as well as the primacy gained by the metalworker sector; it also underlines the entrepreneurial challenges linked to maritime-port activities and tourism, with its accommodation facilities, as added value. The paper introduces the volume “Visioni d'impresa” which - on the occasion of the centenary of Confindustria Salerno (1919-2019) - aims to highlight ancient industrial vocations that, from the nineteenth century to the 2000s, have "contaminated" the various provincial economic sectors and highlight , also through short business histories and old photos, the main Salerno companies protagonists of a century of industrial dynamics and not only.

Il saggio esamina, dall'inizio del Novecento ad oggi, l’attività di Confindustria Salerno, le peculiarità del modello di specializzazione manifatturiera salernitano e le dinamiche secolari dei principali comparti industriali e non solo della provincia. In particolare, analizza la parabola del tessile, l’importanza dell’industria alimentare, con il ruolo dei pastifici sino all'affermazione dell’industria conserviera, la «stagione» del tabacco, la tradizione nei minerali non metalliferi, i destini incrociati dei settori della carta, del legno e della plastica, nonché il primato conquistato dal metalmeccanico; sottolinea pure le sfide imprenditoriali legate alle attività marittimo-portuale e il turismo, con le sue strutture ricettive, come valore aggiunto. Il saggio introduce il volume Visioni d’impresa che – in occasione del centenario di Confindustria Salerno (1919-2019) – vuole mettere in luce antiche vocazioni industriali che, dall'Ottocento al Duemila, hanno “contaminato” i diversi settori economici provinciali ed evidenziare, anche attraverso brevi storie aziendali e foto d’epoca, le principali imprese salernitane protagoniste di un secolo di dinamiche industriali e non solo.

Imprese e industria in provincia di Salerno: dal Novecento al nuovo millennio

A. Montaudo
;
B. Di Salvia
2019

Abstract

Il saggio esamina, dall'inizio del Novecento ad oggi, l’attività di Confindustria Salerno, le peculiarità del modello di specializzazione manifatturiera salernitano e le dinamiche secolari dei principali comparti industriali e non solo della provincia. In particolare, analizza la parabola del tessile, l’importanza dell’industria alimentare, con il ruolo dei pastifici sino all'affermazione dell’industria conserviera, la «stagione» del tabacco, la tradizione nei minerali non metalliferi, i destini incrociati dei settori della carta, del legno e della plastica, nonché il primato conquistato dal metalmeccanico; sottolinea pure le sfide imprenditoriali legate alle attività marittimo-portuale e il turismo, con le sue strutture ricettive, come valore aggiunto. Il saggio introduce il volume Visioni d’impresa che – in occasione del centenario di Confindustria Salerno (1919-2019) – vuole mettere in luce antiche vocazioni industriali che, dall'Ottocento al Duemila, hanno “contaminato” i diversi settori economici provinciali ed evidenziare, anche attraverso brevi storie aziendali e foto d’epoca, le principali imprese salernitane protagoniste di un secolo di dinamiche industriali e non solo.
9788894925487
The paper examines, from the beginning of the 20th century until today, the activity of Confindustria Salerno, the peculiarity of the Salerno manufacturing specialization model and the secular dynamics of the main industrial sectors and not only of the province. In particular, it analyzes the parable of the textile industry, the importance of the food industry, with the role of pasta companies up to the success of the canning industry, the "season" of tobacco, the tradition in non-metallic minerals, the crossed destinies of the paper, wood and plastic sectors, as well as the primacy gained by the metalworker sector; it also underlines the entrepreneurial challenges linked to maritime-port activities and tourism, with its accommodation facilities, as added value. The paper introduces the volume “Visioni d'impresa” which - on the occasion of the centenary of Confindustria Salerno (1919-2019) - aims to highlight ancient industrial vocations that, from the nineteenth century to the 2000s, have "contaminated" the various provincial economic sectors and highlight , also through short business histories and old photos, the main Salerno companies protagonists of a century of industrial dynamics and not only.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4733389
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact