Oggetto di analisi è la diffusione dei pavimenti marmorei policromi in età moderna, in sostituzione di quelli in terracotta, e il contesto culturale di riferimento, dalle fonti antiche come Plinio alla necessità della magnificenza sviluppata nell'architettura. Sono inoltre resi noti alcuni documenti inediti circa la pavimentazione delle Stanze Raffaellesche in Vaticano.

Colori da calpestare: i marmi policromi nei pavimenti romani del Seicento

Adriano Amendola
2019-01-01

Abstract

Oggetto di analisi è la diffusione dei pavimenti marmorei policromi in età moderna, in sostituzione di quelli in terracotta, e il contesto culturale di riferimento, dalle fonti antiche come Plinio alla necessità della magnificenza sviluppata nell'architettura. Sono inoltre resi noti alcuni documenti inediti circa la pavimentazione delle Stanze Raffaellesche in Vaticano.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4737941
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact