Il saggio delinea l'operato dei protagonisti della stagione del rapprochement diplomatico tra Stati Uniti e Santa Sede durante gli anni Trenta del Novecento attraverso documentazione archivistica parzialmente inedita e con il supporto della letteratura scientifica edita sull'argomento. Il tema trattato nel saggio è inserito nel processo generale di trasformazione della linea diplomatica vaticana; in particolare, nell'ambito della linea diplomatica pacelliana negli anni che precedettero lo scoppio del conflitto e la sua ascesa al soglio pontificio.

Diplomazia “de facto”: canali vaticani di comunicazione con gli Stati Uniti d’America tra le due guerre mondiali

CASTAGNA L
2016

Abstract

Il saggio delinea l'operato dei protagonisti della stagione del rapprochement diplomatico tra Stati Uniti e Santa Sede durante gli anni Trenta del Novecento attraverso documentazione archivistica parzialmente inedita e con il supporto della letteratura scientifica edita sull'argomento. Il tema trattato nel saggio è inserito nel processo generale di trasformazione della linea diplomatica vaticana; in particolare, nell'ambito della linea diplomatica pacelliana negli anni che precedettero lo scoppio del conflitto e la sua ascesa al soglio pontificio.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4745449
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact