Il volume raccoglie gli atti del Convegno sul tema “La cura del patrimonio culturale: radici storico-giuridiche e prospettive”, tenutosi presso l’Università degli studi di Salerno il 28 ottobre 2019. La complessità degli argomenti trattati ha imposto il ricorso a prospettive di analisi differenti: storico-giuridica, pubblicistica e costituzional-amministrativa e, infine, civilistica, nel convincimento che ognuna di queste vedute, soltanto se completata dalle altre, è realmente in grado di restituire la dimensione più esatta della portata del fenomeno culturale, nei suoi vari risvolti giuridici come nelle innumerevoli implicazioni sul piano sociale e giuridico. I contributi raccolti in questo libro sono rivolti agli studiosi che, a vario titolo, si interessano dell’ordinamento dei beni culturali; ma anche a tutti coloro che, nell’ambito dell’Amministrazione Pubblica, esercitano le funzioni amministrative preordinate alla tutela dell’interesse pubblico di valorizzazione e cura dei beni culturali. L’analisi storico-comparativa e multidisciplinare, attraverso una migliore comprensione dei rapporti di causa ed effetto, mira così ad innestare un processo circolare di conoscenza giuridica, che può risultare di ausilio nella scelta tra possibili e alternativi sistemi e modelli di cura in senso ampio dei beni culturali, in grado di coniugare i diritti di godimento delle persone con le esigenze anche pubbliche del loro sfruttamento in senso economico, secondo un generale principio di sostenibilità ordinamentale.

Cura e tutela dei beni culturali

Francesco Fasolino;Gianluca M. Esposito
2020

Abstract

Il volume raccoglie gli atti del Convegno sul tema “La cura del patrimonio culturale: radici storico-giuridiche e prospettive”, tenutosi presso l’Università degli studi di Salerno il 28 ottobre 2019. La complessità degli argomenti trattati ha imposto il ricorso a prospettive di analisi differenti: storico-giuridica, pubblicistica e costituzional-amministrativa e, infine, civilistica, nel convincimento che ognuna di queste vedute, soltanto se completata dalle altre, è realmente in grado di restituire la dimensione più esatta della portata del fenomeno culturale, nei suoi vari risvolti giuridici come nelle innumerevoli implicazioni sul piano sociale e giuridico. I contributi raccolti in questo libro sono rivolti agli studiosi che, a vario titolo, si interessano dell’ordinamento dei beni culturali; ma anche a tutti coloro che, nell’ambito dell’Amministrazione Pubblica, esercitano le funzioni amministrative preordinate alla tutela dell’interesse pubblico di valorizzazione e cura dei beni culturali. L’analisi storico-comparativa e multidisciplinare, attraverso una migliore comprensione dei rapporti di causa ed effetto, mira così ad innestare un processo circolare di conoscenza giuridica, che può risultare di ausilio nella scelta tra possibili e alternativi sistemi e modelli di cura in senso ampio dei beni culturali, in grado di coniugare i diritti di godimento delle persone con le esigenze anche pubbliche del loro sfruttamento in senso economico, secondo un generale principio di sostenibilità ordinamentale.
9788813373092
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4747089
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact