Le udienze dei processi civili, ove generalmente si affollano numerosi protagonisti, sono state ritenute dal legislatore dell’emergenza un pericoloso momento di assembramento e, dunque, una potenziale fonte di contagio. Ne è conseguita la necessità di individuare dei sistemi alternativi di svolgimento delle stesse, in assoluta sicurezza igienico sanitaria e tali da sostituire la presenza fisica di avvocati, parti e magistrati, evitando, così, una paralisi totale del sistema giudiziario. L’autore analizza le varie modalità operative create dal legislatore, correlandole con le problematiche venutesi a determinare nella prassi applicativa.

- Nuovi strumenti per un contraddittorio telematico.Le modalità alternative dell’udienza civile

Carlo Mancuso
2020-01-01

Abstract

Le udienze dei processi civili, ove generalmente si affollano numerosi protagonisti, sono state ritenute dal legislatore dell’emergenza un pericoloso momento di assembramento e, dunque, una potenziale fonte di contagio. Ne è conseguita la necessità di individuare dei sistemi alternativi di svolgimento delle stesse, in assoluta sicurezza igienico sanitaria e tali da sostituire la presenza fisica di avvocati, parti e magistrati, evitando, così, una paralisi totale del sistema giudiziario. L’autore analizza le varie modalità operative create dal legislatore, correlandole con le problematiche venutesi a determinare nella prassi applicativa.
978-88-598-2281-3
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4750695
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact