Roma 1915, capitale del cinema, prima ancora di Hollywood. Vi si aggira, da un ospizio di mendicità agli stabilimenti cinematografici della Kosmograph, il Serafino pirandelliano, “operatore” di una macchina-mostro: tutto sembra visibile e dipanarsi in un’apparente verosimiglianza naturalistica; eppure, tutto rinvia a un “oltre”, alle linee spezzate di una realtà urbana diversa da quella vera, a una città-testo, metaforica e fantastica, il cui senso, come un elemento a chiave, rimane oscuro e analogico. Questo spazio, come si vedrà, non è affatto irrelato, ma fattore costitutivo della fluida struttura del percorso narrativo, entra in rapporto osmotico e dinamico con la folla multiforme dei personaggi, sempre “in cerca d’autore”, i cui destini, nell’atomizzazione della loro personalità, nell’arbitrarietà casuale degli incontri e degli intrecci, sono disponibili e aperti a molteplici verità, ognuna vera per “ciascuno a suo modo”, come nell’opera teatrale tratta dal romanzo.

La Roma pirandelliana nei «Quaderni di Serafino Gubbio operatore»

Giulio, Rosa
2020-01-01

Abstract

Roma 1915, capitale del cinema, prima ancora di Hollywood. Vi si aggira, da un ospizio di mendicità agli stabilimenti cinematografici della Kosmograph, il Serafino pirandelliano, “operatore” di una macchina-mostro: tutto sembra visibile e dipanarsi in un’apparente verosimiglianza naturalistica; eppure, tutto rinvia a un “oltre”, alle linee spezzate di una realtà urbana diversa da quella vera, a una città-testo, metaforica e fantastica, il cui senso, come un elemento a chiave, rimane oscuro e analogico. Questo spazio, come si vedrà, non è affatto irrelato, ma fattore costitutivo della fluida struttura del percorso narrativo, entra in rapporto osmotico e dinamico con la folla multiforme dei personaggi, sempre “in cerca d’autore”, i cui destini, nell’atomizzazione della loro personalità, nell’arbitrarietà casuale degli incontri e degli intrecci, sono disponibili e aperti a molteplici verità, ognuna vera per “ciascuno a suo modo”, come nell’opera teatrale tratta dal romanzo.
2020
9788890790560
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4763422
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact