Il contributo è dedicato alle nuove scoperte nel santuario di Fondo Iozzino a Pompei, con particolare focus sull'importante dossier epigrafico etrusco di età arcaica, che documenta l'epiteto di "apa" (padre) attribuito dalla divinità titolare del culto e il quadro dei frequentatori dell'area sacra, aperta a personaggi che per l'onomastica sono legati a importanti famiglie dell'aristocrazia etrusca e romana.

Il santuario di Fondo Iozzino: dai vecchi scavi alle nuove indagini

C. Pellegrino;G. Pardini;
2021

Abstract

Il contributo è dedicato alle nuove scoperte nel santuario di Fondo Iozzino a Pompei, con particolare focus sull'importante dossier epigrafico etrusco di età arcaica, che documenta l'epiteto di "apa" (padre) attribuito dalla divinità titolare del culto e il quadro dei frequentatori dell'area sacra, aperta a personaggi che per l'onomastica sono legati a importanti famiglie dell'aristocrazia etrusca e romana.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/4780023
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact