Romanzo sanguigno, corporale e ricco di quell'allucinata visionarietà che aveva spinto qualche critico a fare il nome di Faulkner, Una vampata di rossore si caratterizza per la sua spietatezza e la sua forza bruciante: è il primo romanzo di Domenico Rea, pubblicato nel 1959 per Mondadori. Per oltre un trentennio, fino all'uscita di Ninfa plebea (Premio Strega 1993), sarà anche l'unico: nonostante l’ambientazione sia la medesima, ossia la semi-immaginaria Nofi, Una vampata di rossore è caratterizzato da una accentuata frammentazione, che - secondo Carlo Salinari - lo rende un falso romanzo, in cui l'unità apparente, creata dalla malattia di Rita, è "estrinseca", mentre i racconti sui figli "sono falsi". Il saggio si propone di ripercorrere i tratti salienti della prima narrazione di Rea, identificando e ponendo a confronto con Ninfa plebea i profili dei personaggi e i loro ruoli nell’intreccio narrativo, che sono intrinsecamente legati ai luoghi e alla vita della fittizia quanto reale Nofi.

Una vampata di rossore: il primo falso romanzo di Domenico Rea

Eleonora Rimolo
2022-01-01

Abstract

Romanzo sanguigno, corporale e ricco di quell'allucinata visionarietà che aveva spinto qualche critico a fare il nome di Faulkner, Una vampata di rossore si caratterizza per la sua spietatezza e la sua forza bruciante: è il primo romanzo di Domenico Rea, pubblicato nel 1959 per Mondadori. Per oltre un trentennio, fino all'uscita di Ninfa plebea (Premio Strega 1993), sarà anche l'unico: nonostante l’ambientazione sia la medesima, ossia la semi-immaginaria Nofi, Una vampata di rossore è caratterizzato da una accentuata frammentazione, che - secondo Carlo Salinari - lo rende un falso romanzo, in cui l'unità apparente, creata dalla malattia di Rita, è "estrinseca", mentre i racconti sui figli "sono falsi". Il saggio si propone di ripercorrere i tratti salienti della prima narrazione di Rea, identificando e ponendo a confronto con Ninfa plebea i profili dei personaggi e i loro ruoli nell’intreccio narrativo, che sono intrinsecamente legati ai luoghi e alla vita della fittizia quanto reale Nofi.
9788868871529
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4813492
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact