La fotografia è stata usata come strumento documentario essenziale nel restauro di quattro sculture di Enzo Cucchi all'Università di Salerno, seguendo i principi di Cesare Brandi. Attraverso scatti dettagliati prima, durante e dopo il restauro, la campagna ha creato un archivio visivo che serve come fonte di studio e testimonianza del tempo sull'arte, sottolineando l'importanza della fotografia nel conservare e comprendere il ciclo di vita delle opere.

La foto come fonte d'archivio

Paolo Fusco
2015-01-01

Abstract

La fotografia è stata usata come strumento documentario essenziale nel restauro di quattro sculture di Enzo Cucchi all'Università di Salerno, seguendo i principi di Cesare Brandi. Attraverso scatti dettagliati prima, durante e dopo il restauro, la campagna ha creato un archivio visivo che serve come fonte di studio e testimonianza del tempo sull'arte, sottolineando l'importanza della fotografia nel conservare e comprendere il ciclo di vita delle opere.
2015
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: https://hdl.handle.net/11386/4860211
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact