Luigi Di Comite – Maria Carmela Miccoli Le migrazioni e i processi di sviluppo dei paesi di origine e destinazione Con il trascorrere del tempo è maggiormente evidente l’importanza attribuita ai sempre più consistenti fenomeni migratori in atto a livello di intero pianeta e ciò sia per il rilievo rivestito in campo demografico (si pensi ai differenziali esistenti nel TFT dei PSA e PVS) sia in ambito economico (possibile incremento e promozione della crescita economica nei PVS). Per cui in un contesto come quello attuale in cui nel contempo vengono posti in essere fenomeni demografici e fenomeni economici un ruolo fondamentale viene svolto a livello micro dal migrante che assurge a ricoprire il ruolo di “risorsa” fondamentale sia per il territorio di origine che per il territorio ospitante, ed a livello macro la mobilità territoriale delle popolazioni portatrici di caratteristiche, relativamente al movimento naturale della popolazione, molto distanti da quelle ormai radicate nei PSA potrebbero essere atte a svolgere un ruolo “riequilibratore” nello sviluppo quantitativo delle popolazioni. Tenuto conto di tutto ciò, in questa occasione ci si è soffermati in maniera abbastanza concisa sul ruolo ricoperto dai fenomeni migratori in un’area ben circoscritta – quella cui fanno capo i paesi dell’UE e del Bacino mediterraneo – dal momento che i paesi dell’Europa meridionale assurgono in misura sempre più intensa al ruolo di territori di destinazione finale per le popolazioni provenienti prevalentemente sia dalla riva sud del Mediterraneo che dal Terzo Mondo in generale

Le migrazioni e i processi di sviluppo dei Paesi di origine e destinazione

MICCOLI, Maria Carmela
2005

Abstract

Luigi Di Comite – Maria Carmela Miccoli Le migrazioni e i processi di sviluppo dei paesi di origine e destinazione Con il trascorrere del tempo è maggiormente evidente l’importanza attribuita ai sempre più consistenti fenomeni migratori in atto a livello di intero pianeta e ciò sia per il rilievo rivestito in campo demografico (si pensi ai differenziali esistenti nel TFT dei PSA e PVS) sia in ambito economico (possibile incremento e promozione della crescita economica nei PVS). Per cui in un contesto come quello attuale in cui nel contempo vengono posti in essere fenomeni demografici e fenomeni economici un ruolo fondamentale viene svolto a livello micro dal migrante che assurge a ricoprire il ruolo di “risorsa” fondamentale sia per il territorio di origine che per il territorio ospitante, ed a livello macro la mobilità territoriale delle popolazioni portatrici di caratteristiche, relativamente al movimento naturale della popolazione, molto distanti da quelle ormai radicate nei PSA potrebbero essere atte a svolgere un ruolo “riequilibratore” nello sviluppo quantitativo delle popolazioni. Tenuto conto di tutto ciò, in questa occasione ci si è soffermati in maniera abbastanza concisa sul ruolo ricoperto dai fenomeni migratori in un’area ben circoscritta – quella cui fanno capo i paesi dell’UE e del Bacino mediterraneo – dal momento che i paesi dell’Europa meridionale assurgono in misura sempre più intensa al ruolo di territori di destinazione finale per le popolazioni provenienti prevalentemente sia dalla riva sud del Mediterraneo che dal Terzo Mondo in generale
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1001180
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact