Le nuove tecnologie (tra cui le più visibili sono sicuramente internet e le collegate soluzioni intranet ed extranet, ma non sono obiettivamente trascurabili le tecnologie wireless, le tecnologie satellitari, le tecnologie embedded, etc.) e soprattutto le “nuove” soluzioni gestionali (si pensi in particolare al CRM, customer relationship management) rappresentano le componenti dinamiche di quell’orizzonte economico-aziendale che prende genericamente il nome di new economy. Gli innovativi modelli d’impresa a cui la new economy fa riferimento sono differenti non soltanto per forma (nella new economy come nella old economy rileva sempre la creatività d’impresa), ma anche per tipologia: modelli di business, modelli di finanziamento, modelli organizzativi, modelli di marketing, etc. E i modelli d’impresa della new economy, normalmente propri dell’azienda privata, non trascurano di impattare (e consistentemente) anche le competenze dell’azienda pubblica. A ben vedere, in effetti, l’adozione delle nuove tecnologie all’interno dei processi aziendali mira a promuovere fattori di sviluppo (vere e proprie “leve di valore”) quali razionalizzazione, innovazione, condivisione, misurabilità e così via, che proprio nelle strutture a maggiore complessità, quali per l’appunto quelle pubbliche, diventano elementi essenziali di sopravvivenza, crescita e sviluppo. Nel lavoro in oggetto, pertanto, si sottopongono a un’analisi sistemica le principali problematiche e soluzioni collegate all’ingresso della new economy nel governo, nella gestione e nella fruizione (dal lato del “cittadino elettronico”) delle aziende pubbliche.

Dalle Nuove Tecnologie al CRM: profili operativi per la competitività dell’Azienda Pubblica in tempo di deregolamentazione e New Economy

FESTA, GIUSEPPE
2004

Abstract

Le nuove tecnologie (tra cui le più visibili sono sicuramente internet e le collegate soluzioni intranet ed extranet, ma non sono obiettivamente trascurabili le tecnologie wireless, le tecnologie satellitari, le tecnologie embedded, etc.) e soprattutto le “nuove” soluzioni gestionali (si pensi in particolare al CRM, customer relationship management) rappresentano le componenti dinamiche di quell’orizzonte economico-aziendale che prende genericamente il nome di new economy. Gli innovativi modelli d’impresa a cui la new economy fa riferimento sono differenti non soltanto per forma (nella new economy come nella old economy rileva sempre la creatività d’impresa), ma anche per tipologia: modelli di business, modelli di finanziamento, modelli organizzativi, modelli di marketing, etc. E i modelli d’impresa della new economy, normalmente propri dell’azienda privata, non trascurano di impattare (e consistentemente) anche le competenze dell’azienda pubblica. A ben vedere, in effetti, l’adozione delle nuove tecnologie all’interno dei processi aziendali mira a promuovere fattori di sviluppo (vere e proprie “leve di valore”) quali razionalizzazione, innovazione, condivisione, misurabilità e così via, che proprio nelle strutture a maggiore complessità, quali per l’appunto quelle pubbliche, diventano elementi essenziali di sopravvivenza, crescita e sviluppo. Nel lavoro in oggetto, pertanto, si sottopongono a un’analisi sistemica le principali problematiche e soluzioni collegate all’ingresso della new economy nel governo, nella gestione e nella fruizione (dal lato del “cittadino elettronico”) delle aziende pubbliche.
File in questo prodotto:
Non ci sono file associati a questo prodotto.

I documenti in IRIS sono protetti da copyright e tutti i diritti sono riservati, salvo diversa indicazione.

Utilizza questo identificativo per citare o creare un link a questo documento: http://hdl.handle.net/11386/1060951
 Attenzione

Attenzione! I dati visualizzati non sono stati sottoposti a validazione da parte dell'ateneo

Citazioni
  • ???jsp.display-item.citation.pmc??? ND
  • Scopus ND
  • ???jsp.display-item.citation.isi??? ND
social impact