Artisti in un circo globalizzato: perplessi