La koinè europea come antidoto alle insidie dell'eccezionalismo americano negli anni della globalizzazione